lunedì 7 agosto 2017

Un weekend catastrofico?

 Leggi in Italiano      Read in English

Ciao belli di casa! Di solito è così che saluto quando entro in casa di “amici ma molto amici” o quando entro in casa dei miei, quindi ho deciso che da oggi in poi questa sarà la mia battuta d’inizio per questa sezione😜

Questo week è stato il massimo. C’è stato un pranzo imbarazzante tra i miei e la mamma del mio ragazzo. L’imbarazzo fatto persona era presente! Essendo io una persona che con i genitori condivide tutto, o quasi tutto, mi fanno fare spesso tante di quelle figuracce che non potete immaginare. Magari gli racconto una cosa in confidenza ma per loro non è mai in confidenza…è quasi sempre di dominio pubblico nel giro di tre minuti. Questo pranzo non è stato per niente differente 😓

Per contro misura tornata a casa ho trovato il primo dei pacchi dello shopping fatto online. È sempre un piacere aprire i pacchi da shopping 😊 non so perché ma mi rilassa. Certo pagare la fattura mi rilassa un po’ meno ma che volete farci, se compri devi pagare altrimenti si chiamerebbe regalo o furto fate un po’ voi.

I lavori per casa nel frattempo procedono davvero troppo lentamente, sembra un’eternità. Tanto che sto quasi pensando di rinunciare e arrendermi ad un destino triste: vivere con i genitori a vita! Non c’è niente di male, specialmente con questa economia, ma diciamo che non è proprio il sogno di una vita quello di vivere in casa dei genitori per sempre. Almeno non lo è per me. Non mi ci vedo proprio, non credo sopravvivrei a lungo, sono una persona che ha bisogno della sua libertà e i miei non sono dello stesso parere come d'altronde buona parte dei genitori della vecchia generazione.

La mia macchina si è rotta, di nuovo. Come se non bastasse la caccia alla macchina nuova non è andata a buon fine, diciamo solo che il budget non era all'altezza delle aspettative. Per fortuna mio padre tra sbuffi e non poche imprecazioni si è messo pazientemente a sistemare una vecchia Fiat Punto che utilizza mia madre per dei giri vicino casa, più che altro per andare a fare la spesa. Andava bene per viaggi brevi ma per i miei di spostamenti…quando si dice grande papà…

Oddio, certe volte è insopportabile: possessivo, lagnoso, impiccione, geloso…ma poi quando si mette lì con la schiena dolorante a sistemare una macchina solo perché la figlia è rimasta a piedi con che coraggio si può essere arrabbiati? Ha i suoi difetti come me d'altronde 😉

Una persona molto cara una volta mi ha detto:
Nessuno è perfetto e se anche qualcuno lo fosse, potrebbe non esserlo per sé stesso perché piccola mia la perfezione è soggettiva. Quello che potrebbe essere perfetto per te potrebbe non esserlo per un’altra persona. E viceversa. Non disdegnare mai quello che sei e quello che hai perché per qualcun altro potrebbe essere la perfezione. L’imperfezione è la perfezione nella vita.
Onestamente non so se sia farina del suo sacco o meno, ma è una di quelle frasi che mi risuona sempre in testa quando trovo difetti nella mia vita, che siano affettivi o materiali. Certe volte è l’unica cosa che mi fa andare avanti quando vorrei rinunciare e smettere di combattere per quello che sogno. È proprio grazie a queste parole che ho imparato lentamente a cercare sempre l’aspetto positivo nelle situazioni così come nelle persone

Cercate sempre il silver lining
Freya 💋


giovedì 3 agosto 2017

Videogiochi & digressioni nostalgiche

 Leggi in Italiano      Read in English

Oggi è una di quelle giornate in cui vorresti non fare niente, ma completamente niente! Rimanere in pigiama per tutto il giorno e oziare sul divano. No? 

Bé, ci sono andata molto vicino! 

Questa mattina sono venuti degli amici a casa ed abbiamo deciso di giocare tutto il giorno con la Play. All'inizio ho pensato "che gran spreco di tempo...vogliono giocare tutta la mattina con questo nuovo gioco, Crash Bandicot, che poi nuovo non è...bha...io questi maschi non li capirò mai!" 
Devo ammettere che invece è stato davvero molto divertente giocare con i videogiochi quando fuori c'è praticamente l'inferno 😆

Non è che non abbia mai giocato con i videogiochi da piccola, immagino che un po' tutti abbiamo avuto esperienze diverse con le diverse consolle. Per me ad esempio è stato amore a prima vista con la Nintendo. Ricordo che l'aveva mio cugino e tutti i pomeriggio gli andavo a scocciare per farmi giocare un pochino con Super Mario Bros. Ripensandoci orribile grafica, ma quanto mi divertivo...
Purtroppo i miei genitori non mi hanno mi comprato una consolle tutta mia e dovevo giocare con gli "scarti" di mio fratello. Mi hanno sempre detto che i videogames non erano cosa da femminucce...che cosa cavolo significherà mai lo sanno solo loro. In ogni caso non ero una bambina che si perdeva d'animo facilmente, anzi mi sono sempre fatta andare bene ogni cosa che mi è stata data. Un po' per educazione, un po' perché non era qualcosa che mi ero in qualche modo guadagnata ma era più qualcosa regalata. Non so quanti di voi possano capire effettivamente cosa sto dicendo, ma ho sempre visto tutto quello che mi hanno comprato i miei genitori come un qualcosa di regalato e non di dovuto. Con il tempo mi sono inacidita anche sotto questo aspetto. Ho iniziato a vedere troppe differenze e troppo menefreghismo dalla loro parte.
Ad ogni modo quando era più piccola giocavo ad Alex Kidd o qualcosa di simile, sul mitico Sega Master System! Ho adorato quella piccola scatolina nera nonostante fosse di 3 o 4 mano, passata da mio cugino a mio fratello, tornata a mia cugina ed infine a me, la più piccola. Mi arrivò senza giochi, penso fosse per questo che giocavo con Alex Kidd, perché era preinstallato sulla consolle 😅

Se solo ora riuscissi a schiodare il mio ragazzo dal divano forse, e dico forse, vorrei uscire per comprare qualcosa arredare casa, per decorare in qualche modo. Infatti la nostra casa in questo momento si presenta sui toni del grigio/marroncino/marrone e vorrei davvero tanto aggiungere del colore! Mi chiedo se tutte le ragazze lì fuori in procinto di andare a convivere hanno lo stesso problema.

Freya💗


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Copyright © 2014 In the life of Freya Bush

Distributed By Blogger Templates | Designed By Darmowe dodatki na blogi